Home Notizie Brugnaro rispetti il lavoro dei giornalisti

Brugnaro rispetti il lavoro dei giornalisti

Brugnaro rispetti il lavoro dei giornalisti

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Il Sindacato e l'Ordine dei giornalisti del Veneto esprimono sconcerto per l'ennesimo episodio avvenuto in Municipio a Venezia, dimostrazione della mancanza di considerazione e rispetto che il sindaco Luigi Brugnaro dimostra nei confronti del lavoro giornalistico. Un atteggiamento inaccettabile da parte di un amministratore pubblico.

 

Di fronte ad una domanda evidentemente ritenuta scomoda, rivolta da un giornalista della Rai, Davide Calimani, in relazione alla protesta dei dipendenti comunali, invece di rispondere il sindaco ha accusato il collega "di essere un comunista".

Nei giorni scorsi Brugnaro si era già distinto introducendo nuove procedure che rendono difficile l'accesso dei giornalisti in Municipio.

Ordine e Sindacato dei giornalisti esprimono preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare e invitano il sindaco Brugnaro a rivedere il suo atteggiamento con i giornalisti che svolgono il lavoro, ovvero quello di informare i cittadini: sicuramente i comunicati stampa e i discorsi dal palco senza alcun interlocutore sono più facili, ma in qualità di uomo pubblico si dovrà abituare a rispondere alle domande. Anche a quelle che non gli piacciono.

 

Copyright © 2017 SINDACATO GIORNALISTI del VENETO. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Copyright © 2010 - 2017  Sindacato Giornalisti del Veneto
S. Polo, Calle Pezzana 2162 VENEZIA 30125
email: info@sindacatogiornalistiveneto.it  

Notizie flash

Si comunica che gli Uffici del Sindacato, Casagit e Inpgi, apriranno solo nei pomeriggi di lunedì e giovedì dalle 14 alle 17,30, mantenendo invariati gli orari degli altri giorni, dalle 9 alle 13, con chiusura al sabato.

 

 

INFORMATIVA:Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati potrebbero avvalersi di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Scopri di più CLICCANDO QUI.